Salta al contenuto
Rss



Stemma Comunale

Da "Nostalgie e Ricordi di due comunità" di Giovanni Scarfò 1981

Stemma del Comune di Piedimulera In analogia con le vicende dei Guelfi e Ghibellini e per la particolare atti­vità del ferro, nell'Ossola in generale, e in Piedimulera, assai antica, in molti paesi ed in moltissime famiglie ossolane, venne adottato lo stemma raffigu­rante un'incudine, una tenaglia, ed un martello.
Stranamente i nostri antichi predecessori ignorarono questo emblema, il quale, sia per la parte avuta dai piedimuleresi nelle lotte intestine che infuria­rono nel sec. XIV, sia per l'anzidetta attività della lavorazione del ferro, avreb­be potuto degnamente figurare sul nostro gonfalone comunale.
Lo troviamo invece, ed è stata una casuale scoperta, su una pietra incasto­nata nel muro di un antico cascinale.
Parlerò diffusamente di questi molti stemmi in altri capitoli, per ora mi soffermo sul nostro stemma comunale al quale si pensò solo molto più tardi. Più precisamente venne adottato con delibera comunale in data 7 luglio 1931.
In quell'anno era Podestà, Pirazzi Maffiola dott. Silvio che a seguito di sua domanda, un Regio Decreto autorizzava il Comune a fregiarsi dell'emblema. Il Pirazzi Maffiola fu, con la famiglia, interessato alla lavorazione dell'o­ro, e, fatalmente, per questa attività notoriamente assai sviluppata nella zona, pensò di simboleggiarla dotando lo stemma di una antica molazza posta nel campo centrale dello scudo. La delibera comunale ci spiega meglio colori e simboli raffigurati in esso.
I colori, azzurro sul quale spicca la macina, ed il giallo del campo inferio­re, sarebbero i colori della Valle Anzasca. La linea ondulata a tinta argentea che divide i due campi, simboleggia il torrente Anza. Nel campo giallo di cui già si è detto, tre cuspidi o punte, raffiguranti le nostre montagne, su queste tre punte una linea nera serpeggiante, la mulattiera. Sopra lo scudo la corona civica che è quella della Provincia di Novara.
Originariamente lo stemma era a tre campi, e, su quello superiore, di un bel colore viola, spiccava l'emblema d'obbligo a quei tempi, un fascio littorio.
Ma le varie vicende politiche e sociali portavano a fatali mutamenti nella vita di tutti e di conseguenza anche continue metamorfosi di questo stemma.
Nell'immediato dopoguerra e cioè dopo il 1945 il Comune si correda di una bandiera per le cerimonie ufficiali. Ed è appunto in tale occasione che lo stemma nazionale della nuova Repubblica Italiana si sostituisce all'infausto vecchio fascio.
Nel 1974 il Comune avrà un bellissimo gonfalone. In questa occasione avremo un'ultima variazione, cioè, la scomparsa del campo superiore con lo stemma nazionale.
Così rifatto il nostro fregio comunale perderà alquanto in bellezza esteti­ca pur conservandone intatto il valore simbolico del paese.





Inizio Pagina Comune di PIEDIMULERA (VB) - Sito Ufficiale
Via Moiachina n.2 - 28885 PIEDIMULERA (VB) - Italy
Tel. (+39)0324.83107 - Fax (+39)0324.83579
Codice Fiscale: 00421730037 - Partita IVA: 00421730037
EMail: protocollo@comune.piedimulera.vb.it
Posta Elettronica Certificata: piedimulera@postemailcertificata.it
Web: http://www.comune.piedimulera.vb.it


|